Libro

 

Circoli Circoli

di Sylvia Plath

In un albergo di New York per sole donne, Esther, diciannovenne di provincia, studentessa brillante, vincitrice di un soggiorno offerto da una rivista di moda, incomincia a sentirsi "come un cavallo da corsa in un mondo senza piste". Intorno a lei, sopra di lei, l'America spietata, borghese e maccartista degli anni Cinquanta. Un mondo alienato, una vera e propria campana di vetro che schiaccia la protagonista sotto il peso della sua protezione, togliendole a poco a poco l'aria. L'alternativa sarà abbandonarsi al fascino soave della morte o lasciarsi invadere la mente dalle onde azzurre dell'elettroshock. Pubblicato nel 1963, un mese prima del suicidio dell'autrice, La campana di vetro è l'unico romanzo di Sylvia Plath. Fortemente autobiografico, narra con stile limpido e teso e con una semplicità agghiacciante le insipienze, le crudeltà incoscienti, i tabù assurdi capaci di spezzare qualunque adolescenza presa nell'ingranaggio stritolante di una normalità che ignora la poesia.

 

Edizione 11° anno 2007
Editore: Oscar mondadori - Lingua: - Collana:
Pagine: 232 - Traduttore: Adriana Bottini
ISBN: 9788804545040 - EAN: 9788804545040
Utenti che lo posseggono: 2
Recensioni: 1
Inserito da LibreriaGutenberg

Vota:
 
 

Ultimi video inseriti

Attenzione! Se ti registri o effettui il login potrai registrare il tuo video personale.

MOSTRA TUTTI / REGISTRA VIDEO

LA PIU' VOTATA

Un libro profondamente cupo, scuro, in esso vengono fuori i dolori dell'anima, la tristezza del cuore...il male dentro, psichico, che attanaglia l'autore, forse non completamante compreso...più leggibile dei diari perchè in forma di romanzo. Consigio comunque la lettura dei diari.

Scritta il 29/05/2008 alle 9.41 da LibreriaGutenberg  0 commenti
Leggi Commenta   

Voto: